Con la roboante vittoria contro la cenerentola del girone C del campionato, la Globo Campli, si è conclusa la regoular season della stagione 2018/2019. Quasi un percorso netto quello dell’Allianz Pazienza, se non fosse stato per la sconfitta di Senigallia. Ora si aprono le danze della seconda fase, quella che vedrà impegnate le prime otto della classe di ciascun girone nei playoff in cui il girone C incrocia il D con il classico schema prima C vs ottava D, seconda D vs settima C e a seguire, in due distinti tabelloni…

La nostra Cestistica giocherà nel tabellone C che prevede i seguenti incroci: Allianz Pazienza San Severo (prima girone C) vs In Più Broker Roma (ottava girone D), Olimpia Matera (quarta girone D) vs Di Pinto Panifici Bisceglie (quinta girone C); le vincenti dei due quarti (che si disputeranno al meglio delle tre gare) si affronteranno nella semifinale (al meglio delle 5 partite come la finale). Dall’altro lato del tabellone ci sono: Citysigthseeing Palestrina (seconda girone D) vs Adriatica Industriale Corato (settima girone C), Ristopro Fabriano (terza girone C) vs Ge.Vi Napoli Basket (sesta girone D); la vincente della finale playoff accede alla Final Four.

Come nostra abitudine, prima di affrontarla al pala Falcone e Borsellino domenica prossima, andiamo a conoscere la società avversaria più da vicino. L’HSC (acronimo di Honey Sport City) Basket Roma, disputa quest’anno il campionato di basket di serie B, girone D, in seguito ad un accordo con la Stella Azzurra Roma. Ma procediamo con ordine: nel 2015 nasce la HSC Basket dall’accordo tra l’affermata Lido di Roma di Matteo Picardi e la proprietà del centro sportivo Honey Sport City. Da questo progetto sono nate ben 5 squadre agonistiche dall’under 18 all’under 13, con direttori tecnici del calibro di Carlton Myers, Alessandro Tonolli e Roberto Cipolat. Nel 2018 un altro accordo, questa volta con la storica Stella Azzurra Roma, porta l’HSC a disputare il campionato di serie B, mentre la stessa Stella Azzurra si sarebbe dedicata al suo progetto di crescita del settore giovanile. Quando si parla di Stella Azzurra non può non sapersi che la sua fondazione risale addirittura al lontano 1938 presso l’Istituto de Merode di Roma. Una società con un grande passato, fatto di alterne vicende, ma che l’ha vista calcare per diversi anni il maggiore campionato italiano ed arrivare a disputare la sua prima Coppa Korac nell’edizione 1974-1975 giungendo fino ai quarti di finale. Nella stagione sportiva 1975/1976 la squadra giunse quarta in campionato ed in quella successiva si guadagnò l’accesso alla semifinale di Coppa Korac, dopo aver eliminato addirittura l’Aris Salonicco, perdendola per mano della Jugoplastika Spalato. La fine dell’avventura di Valerio Bianchini sulla panchina della Stella Azzurra coincise con il suo declino, prima la retrocessione in A2 e due anni dopo in serie B. Da allora non fece più ritorno nella massima divisione, ma questa società è stata fucina di giovani talenti, tra cui ricordiamo, tra gli altri, Andrea Bargnani che ha militato dal 2002 al 2003.

Nell’attuale stagione l’HSC si è classificata all'ottavo posto a quota 32 punti, tra le atre due romane partecipanti al campionato, la LUISS Roma (a quota 34) e la IUL Basket Roma (a 26).
Ospiteremo gli avversari al Pala Falcone e Borsellino di San Severo domenica 28 aprile 2019 per il primo “round” e nell’eventuale bella di domenica 5 maggio, invitando il nostro sesto uomo ad accorrere numeroso a gridare forza neri!

Ferdinando Maggio
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

acapt 300x100giarnieri 300x100casalemarmi 300x100dyrectalab 300x100

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.

Area Riservata